Çerez Politikası

Bu internet sitesinde sizlere daha iyi hizmet sunulabilmesi için çerezler kullanılmaktadır. Çerezler hakkında detaylı bilgi almak için Gizlilik ve Kişisel Verilerin Korunması metnini inceleyebilirsiniz.

IT

Sostenibilità: Perché? Che cosa è? Come?

Perché?

Il Gruppo Şişecam, essendo una "società di persone", si impegna e riconosce che ognuno ha il diritto di vivere in un ambiente sano e pulito, e come una grande squadra sviluppa la forza che trae dalle tradizioni aziendali, rispettando i supporti e le differenze attua approcci di gestione equi e trasparenti.

Cosa?

Le sfide chiave per la sostenibilità del Gruppo Şişecam sono accedere e implementare modelli circolari che non influenzano il cambiamento climatico, contribuire alla gestione sostenibile delle risorse naturali, preservare le tradizioni aziendali, accelerare l'implementazione di soluzioni produttive innovative e digitalizzate, progredire nel fornire pari opportunità per tutti e diventare un leader internazionale.

Come?

Il Gruppo Şişecam ha deciso di integrare i principi di sostenibilità nelle proprie attività, poiché non solo aiutano a identificare e implementare in modo intelligente le opportunità di business sostenibili, ma supportano anche le nostre imprese per diventare più resistenti alle mega tendenze e ad aggiungere valore alle generazioni future, mentre al contempo il gruppo cerca di diventare un attore globale equo e trasparente.

Il nostro scopo: aggiungere valore, plasmare il futuro con i nostri prodotti e servizi e condividere la ricchezza che creiamo. ​

In un panorama in rapida evoluzione, un'economia globalizzata e incerta, una coesione sociale sempre più instabile e una digitalizzazione sempre più veloce sono le sfide per sostenere un business di successo. Sempre più spesso, essere un'azienda sostenibile non si limita più a soddisfare le aspettative di crescita degli utili e del valore per gli azionisti. Il Gruppo Şişecam, essendo un motore di crescita economica, svolge anche un ruolo chiave nel guidare lo sviluppo sostenibile. Sfide come le richieste veloci dei giovani dipendenti, la digitalizzazione che garantisce la trasparenza delle informazioni, il cambiamento climatico, il consumo energetico, la produzione di rifiuti, le minacce alla salute pubblica, la povertà, l'esclusione sociale, la perdita di biodiversità, l'uso del territorio, la scarsità delle risorse e il consumo responsabile delle risorse stanno cambiando i sistemi del nostro lavoro e le nostre catene di approvvigionamento, in cui operano le imprese. In questo contesto, gli approcci alla sostenibilità sono ora obblighi essenziali.

Da un lato, si prevede che entro il 2100, la popolazione mondiale sarà vicina ai 10 miliardi, dall’altro, la Terra non ha risorse illimitate, soprattutto perché i consumi individuali sono aumentati considerevolmente. Le emissioni di gas serra sono una delle principali conseguenze dell'attività umana che accelera il riscaldamento globale. Questo riscaldamento comporta vari rischi, come la carestia, la carenza di acqua pulita e di simili cicli naturali, l'impoverimento del suolo agricolo, la deforestazione e la riduzione della biodiversità. Ciò significa che lo sviluppo futuro di tutte le specie che vivono sulla terra, compresi gli esseri umani, è in pericolo. D'altra parte, le nuove tecnologie digitali come i social media, il mobile e l'analitica stanno avanzando rapidamente nel panorama economico, e la gestione della maturità digitale aziendale può portare a vantaggi digitali e opportunità tecnologiche. Inoltre, le informazioni sistematiche, regolarmente aggiornate e comparabili per misurare i progressi compiuti nel colmare il divario di genere contribuiscono a migliorare la partecipazione, l'inclusione e il contributo delle donne e di altri gruppi vulnerabili alle soluzioni economiche e sociali. Come indicato nell'Obiettivo 11 (Città e comunità sostenibili), le città occupano solo il 3% del territorio terrestre, ma rappresentano il 60-80% del consumo energetico e il 75% delle emissioni di anidride carbonica. Le principali forze trainanti dell'economia, ovvero il 70% della popolazione mondiale, entro il 2050 lasceranno le aree urbane e la trasformazione digitale e l'internet degli oggetti definiranno le città del futuro, così come le infrastrutture e l'architettura radicale. Le città saranno progettate e costruite su aree più piccole, rendendo più facile raggiungere a piedi negozi, scuole e ristoranti, per cui gli edifici diventeranno sempre più alti e sottili.​